Alleantia con Cisco per accellerare la trasformazione delle aziende in chiave 4.0

Alleantia con Cisco per accellerare la trasformazione delle aziende in chiave 4.0

Alleantia ha firmato un formale Memorandum of Understanding con il leader tecnologico Cisco, con il quale le due aziende annunciano il comune intento di sviluppare una soluzione commerciale congiunta che faccia forza da un lato sulle tecnologie on edge e IOT sviluppate di Cisco e dall’altro sulle soluzioni di interconnessione “plug&play” messe a punto da Alleantia.

All’interno di questo quadro di riferimento le due società hanno iniziato a sviluppare degli starter kit, ossia dei sistemi già configurati, nei quali il software Alleantia per l’Industri 4.0 potrà essere fruito rapidamente all’interno dei dispositivi Cisco CGR 1120 e dei Cisco ISR 4000 e sarà facilmente adottabile da tutti i Partner Integrators dell’ecosistema Cisco.

Sarà possibile avere una visione in anteprima mondiale di questi dispostivi alla BI-MU, biennale italiana della macchina utensile che avrà luogo dal 9 al 13 ottobre a fieramilano Rho, presso il padiglione 13-B3/B87 che vede insieme Cisco e Italtel.

Successivamente gli starter kit, già pronti all’uso, saranno resi disponibili sul mercato avvalendosi del canale di vendita di Tech Data Italia, leader mondiale della distribuzione organizzata end-to-end di prodotti, soluzioni e servizi tecnologici.

La dichiarazione di intenti siglata dalle due aziende si fonda su una pregressa collaborazione virtuosa che ha visto Cisco cooperare accanto ad Alleantia in diversi scenari applicativi, a partire dall’esperienza d’ innovazione digitale della produzione intrapresa da Paglieri, storico e prestigioso fabbricante nel settore cosmetico, simbolo di imprenditorialità, qualità e creatività del “made in Italy”.

Enrico Mercadante, responsabile per l’Innovazione, le Architetture e la Digital Trasformation di Cisco, concorda nel ritenere che “la proposta Cisco – Alleantia riunisce il meglio delle rispettive tecnologie, andando ad indirizzare un’esigenza importante di mercato, quella di un approccio “all in a box. Le due aziende hanno lavorato per integrare il software Alleantia, con le sue migliaia di drivers plug&play e la tecnologia di Fog Computing per ambienti industriali di Cisco. Questa offerta si rivolge in modo onnicomprensivo a tutti i system integrator di Cisco, offrendo loro una soluzione flessibile, veloce da integrare ma che al contempo indirizza i requisiti di Cybersecurity.Di fatto vogliamo creare un trait d’union fra l’universo delle reti OT e quello degli sviluppatori di applicazioni. Due mondi che potranno dialogare facilmente grazie a un kit pronto all’uso che li mette in grado di accelerare la realizzazione di progetti di trasformazione digitale in chiave 4.0″.

La value proposition di questa soluzione si traduce nella sicurezza e flessibilità nelle infrastrutture di connettività dal lato Cisco per realizzare un’infrastruttura aziendale completa, in cui l’edge gateway diventa parte integrante del sistema telematico, con indubbi vantaggi anche sul versante della manutenzione. Dal suo lato Alleantia mette a disposizione dell’ecosistema dei partner Cisco una tecnologia pronta all’uso per l’efficace integrazione OT/IT di processi manifatturieri con le più svariate applicazioni informatiche aziendali.

Una soluzione innovativa, precisa Stefano Linari, fondatore e Ceo di Alleantia, “che vede un’azienda globale come Cisco collaborare con una realtà d’eccellenza italiana che ha fatto delle sue soluzioni “IoT Plug & Play” il punto di partenza per un’innovazione su larga scala dei sistemi produttivi sulla base del paradigma dell’Industry 4.0.”

Alleantia

Alleantia è una giovane e dinamica PMI innovativa del settore IT, con sede a Pisa, nota a livello internazionale per le sue soluzioni innovative applicate all “Industrial Internet of Things”, in particolare all’Industry 4.0, e per le sue soluzioni software “connected by Alleantia” installate negli IoT Edge gateway che integrano macchine, impianti produttivi, beni strumentali di trasporto e qualsiasi dispositivo di automazione industriale con il web, i sistemi aziendali e le nuove Applicazioni IoT con interfacce pronte all’uso, permettendo pertanto ad ogni azienda di realizzare la propria “Industrial Internet of Things plug&play”. Ciò abilita la creazione di nuovo valore, legato alla disponibilità di dati IoT, di nuovi modelli di business e di nuove opportunità per la crescita delle competenze professionali nelle aziende industriali che intendono attivare processi di trasformazione digitale in chiave 4.0..